Sant’Antioco-vacanze all’isola dell’isola: Le nostre vacanze quest’anno le abbiamo passate in Italia e visto il periodo, in un posto remoto. Eravamo a Sant’Antioco, ovvero un’isoletta al sud della Sardegna, in una località chiamata Coaquaddus. Un’unica casa davanti alla spiaggia, la nostra, un piccolo bar stile chiringuito (ottimo tra l’altro) e nient’altro che il mare, il cielo e gli scogli. Stupendo!
Non è stata una scelta dovuta solo al Covid ma diciamo che è calzata perfettamente a questa estate così diversa.
Ci siamo dimenticati di Milano, delle ambulanze, dei controlli della polizia, dell’assembramento e di tutte le restrizioni. Sia noi che i nostri figli abbiamo potuto vivere liberamente all’aperto e senza coercizioni.

Sant' Antioco - l'isola dell'isola

Sant' Antioco - l'isola dell'isola spiaggia di coaquaddus

Le spiagge non erano affollate, ma tanto noi eravamo sugli scogli o in acqua e la sera non c’era nessuno. Forse una scelta solitaria, ma vi dico che ci stava, perché ci siamo dimenticati del mondo esterno ed abbiamo goduto di giornate piene con i nostri figli. I ragazzi col papà si sono dedicati alla pesca ed abbiamo mangiato pesce fresco a km zero un giorno si e uno no. Io ho nuotato e nuotato, ascoltato musica, letto libri e fatto delle colazioni lunghe ed abbondanti come piace a noi quando siamo in vacanza! Sant' Antioco - l'isola dell'isola polpo pescato Sant' Antioco - l'isola dell'isola mare di Coaquaddus

Sant' Antioco - l'isola dell'isola pesca a cala sapone

Sant’Antioco-vacanze all’isola dell’isola e la Sardegna da nord a sud

Il nostro viaggio è iniziato a Santa Teresa di Gallura da dove siamo poi partiti per l’isola di Sant’Antioco.  Una volta arrivati, abbiamo esplorato la costa sud ovest tra Fontanamare fino a Portixeddu e Capo Pecora (stupendo al tramonto) passando per Nebida (dove c’è una terrazza panoramica pazzesca),  grazie alle dritte un caro amico di Milano, originario della zona, che ci ha fatto da guida e che era come noi in vacanza in Sardegna.

Sant'Antioco-vacanze all'isola dell'isola costa sudovest della sardegna

Al rientro abbiamo fatto una sosta vicino a Dorgali e abbiamo visto Cala Gonone e le sue grotte spettacolari. Ci siamo fermati nella prima baia dopo Cala Gonone, chiamata Cala Luna e da li abbiamo raggiunto a nuoto una grotta grandissima. E’ stato bellissimo!

Il giorno dopo abbiamo dedicato una giornata intera alla visita della Gola di Goroppu facendo il trekking più lungo della nostra vita con più di due ore di camminata per arrivare alla Gola e poi un’altra ora e mezza per visitarla e infine con i piedi a pezzi e la voglia di sdraiarci in terra, altre due ore per il ritorno.

Per finire avendo ancora un giorno a disposizione abbiamo fatto una sosta vicino ad Olbia, a  Capriccioli con serata a Porto Cervo. Diciamo che abbiamo attraversato la Sardegna da nord a sud! Ci ha sorpreso in particolare la zona del Dorgali con ottimi B&B, agriturismi ed una costa assolutamente spettacolare!

La Sardegna ha davvero qualcosa di speciale in ogni angolo e vale la pena esplorarla tutta.

La vacanza ci è sembrata lunghissima, forse per le giornate che scorrevano senza orari ne impegni particolari e questo ci ha davvero rigenerati. Durante il rientro, come spesso capita, abbiamo iniziato a parlare delle prossime vacanze e delle cose da fare in autunno. Dimenticandoci completamente del lockdown e delle restrizioni, nella mia mente  sono partita con un lungo elenco di cose da fare una volta rientrati: tra teatri, musei, cinema e attività sportive, per poi fermarmi di colpo, ricordandomi che non sapevamo ancora come si sarebbe sviluppato l’autunno. Infatti è stato un rientro diverso da tutti quelli vissuti prima caratterizzato dall’incertezza dell’inizio della scuola, delle attività sportive dei ragazzi e del lavoro.

Meno male sono iniziate le scuole, il lavoro è ripartito e facciamo tutti dei salti mortali per incastrare tutto in un periodo in cui le carte in tavola cambiano di continuo. Questo inverno guarderemo le foto delle nostre meravigliose settimane in Sardegna per darci la giusta energia per l’anno 2020/21 e sogneremo di poterci tornare l’estate prossima, liberamente senza restrizioni né paure e tuffarci ancora nel mare turchese del mediterraneo.

E se anche voi avrete voglia di andare in Sardegna l’anno prossimo, vi segnalo alcuni posti che meritano:

Spiaggia di Coaquaddus: snorkeling (sopratutto il lato sinistro) per la ricchezza del mare e poi aperitivo al bar Il Capanno – beach bar

Cala Sapone e tutte le calette successive – il mare è stupendo!

Cena nel centro del paese Sant Antioco “Da achille”per l’ottimo cibo e vino

Cena in spiaggia Sottotorre a Calasetta, con i tavolini nella sabbia.  Prendete il polpo arrosto!

Dedicate una giornata intera alla gola di Goroppu e per dormire e mangiare divinamente in zona andate da Hotel Barbagia a Dorgali.

A Santa Teresa di Gallura cenate al ristorante S’Andira che ha una terrazza con tavoli rivolti verso Capo Testa e ammirate il tramonto più bello della zona. Sempre a Santa, fate snorkeling e poi tuffi vertiginosi dalle rocce di “La Funtanaccia”.

See you there! Mery