Sembra incredibile ma in questo diabolico gioco dei colori siamo di nuovo caduti in zona rossa. Visto quindi che la nostra socialità ha subito un ulteriore arresto cerchiamo di vedere il positivo in quello che la vita ci prospetta. Perché quando i tempi sono duri dobbiamo avere degli esempi forti :-).
Abbiamo quindi pensato che potesse essere carino scoprirci in vesti diverse dalle nostre abituali e presentarvi una versione insolita di we2. Noi a casa senza filtri, noi in cucina dove non ci avete mai viste, noi e il pane! Con due ricette facili e veloci dal successo assicurato.

Noi e il pane

Barbara e il pane in pentola

Da toscana potrei raccontare mille storie legate al pane. Abbiamo tanti tipi di pani diversi ma quello che va per la maggiore è sempre però il pane sciapo, sciocco, insomma quello senza sale.
Il pane che vi racconterò oggi però non ha niente a che vedere con i miei natali, si può fare a piacimento più o meno salato, ha però una particolarità: la cottura. E’ un pane molto semplice da fare che si cuoce in pentola.
La ricetta è veramente facilissima.

noi-e-il-pane-in-pentola-sfornato

Gli ingredienti

300 ml di acqua
5 gr di lievito fresco
400 gr di farina (potete usare tutti i tipi di farina che volete, potete anche mischiare più farine di tipo diverso)
mezzo cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale

pane-tagliato

La ricetta

In una ciotola mettete 400 gr di farina. Io uso e mischio tutti i tipi di farina che ho a disposizione farina 00, manitoba fino addirittura alla farina di tipo 2. Sciolgliete in acqua tiepida 5 gr di lievito di birra fresco. Unite il lievito alla farina, aggiungete mezzo cucchiaino di zucchero, due cucchiaini di sale e 300 ml di acqua.
Mescolate tutto con una forchetta. Fatelo con la forchetta altrimenti vi rimarrà tutto appiccicato alle mani.
L’impasto è pronto. Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare per 15 minuti. Poi prendete un mestolo in legno e impastate di nuovo il pane dall’esterno verso il centro della pagnotta, come in foto. Coprite ancora con la pellicola e lasciate riposare per circa 1 ora e mezzo.
Poi prendete un tagliere in legno, lo cospargete di farina, ci adagiate l’impasto e gli date una forma rettangolare. Piegate su se stessi i lati lunghi del rettangolo. Ripetete quest’operazione due volte creando una pagnotta bella cicciottella. Prendete un canovaccio lo infarinate e ci adagiate la pagnotta. Chiudete i lembi del canovaccio e lasciate lievitare per 1 ora.

Accendete il forno a 230° (potete arrivare fino a 250°) e mettete all’interno una pentola in maniera tale che si scaldi così quando inserirete la pagnotta questa non si attaccherà! 

Raggiunti i 230° inserite la pagnotta nella pentola facendo attenzione a non scottarvi, coprite tutto con un coperchio ed infornate per 30 minuti.
Poi togliete il coperchio abbassate la temperatura a 220° e lasciate cuocere ancora per 20 minuti.
Il pane è pronto.
Togliete la pagnotta dalla pentola e fatela raffreddare su una griglia.

noi-e-il-pane-in-pentola-tagliato

Di seguito link al video: https://youtu.be/cq2bOPS5oGk

Buon pane a tutti!

Mery e il pane svedese

Chi non AMA il pane? A me piacciono i pani un po’ particolari e saporiti. In tutti i viaggi fatti in giro per il mondo siamo sempre entrati nelle panetterie per ammirare quelle che possono essere le specialità del posto. I miei pani preferiti oltre a quelli svedesi sono sicuramente i pani francesi come la baguette classica o la baguette à l’ancienne. Poi ce il pane “ebreo” intrecciato che ho assaggiato la prima volta a Londra e che assomiglia un po’ ai pani che in Svezia utilizziamo per la colazione.

Infatti la bellezza del pane sta nella sua semplicità ma anche nella varietà e totale squisitezza!

In Svezia il pane viene usato soprattutto per la colazione e per la merenda.

I pani per la colazione sono spesso arricchiti con vari ingredienti e spesso leggermente dolci, morbidi e senza la crosta croccante. 

La ricetta che ho deciso di presentare è appunto quella di un pane adatto alla colazione in quanto contiene uno sciroppo. Si chiama Skogaholmslimpa e non c’è bambino svedese che non lo abbia mangiato almeno una volta nella vita.

La ricetta

3,5 dl di acqua a temperatura ambiente
25 g di lievito fresco
1,5 cucchiaini di sale
30 g di burro
1,5 dl di sciroppo
6 dl di farina di grano tenero
4 dl di farina di segale

Iniziate sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida. Quindi aggiungete gli ingredienti rimanenti – la farina un pò ‘alla volta. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Lasciate lievitare l’impasto sotto un canovaccio per 30-40 minuti.

Capovolgete l’impasto su un tagliere e dividetelo in due parti. Formate entrambi i pezzi in forme oblunghe, adagiatele su una teglia rivestita con carta da forno e lasciate lievitare sotto un canovaccio per altri 45 minuti.

Impostate il forno a 250°. Quando il forno è caldo, inserite le pagnotte, spruzzate dell’acqua dentro al forno prima di chiudere la porta – questo passaggio rende le pagnotte più succose. Cuocete le pagnotte per 5 minuti, poi abbassate a 200° e cuocete le pagnotte per altri 25-30 minuti. Lasciate raffreddare completamente su una griglia.
Di seguito link al video:  https://youtu.be/QpR6NONy9Ng

 

Enjoy! Buona colazione!