Di nuovo in giro con Mery per questo insolito shopping milanese, ci siamo imbattute un po’ per caso, un po’ per “naso” un po’ per divertimento in altri due “negozi chicche” da raccontarvi.
Certo, come sempre, abbiamo fatto del nostro meglio per suddividerci i compiti, cosa che a dire il vero non ci costa mai troppa fatica. Io non ho saputo resistere al richiamo di un cappotto variopinto e di una borsa di dimensioni giganti.
Mery invece come al solito ha trovato borsette minimal, abitini e gonne “iperfemminili”… cosa ci sia poi di tanto femminile in una gonna, devo ancora capirlo!

insolito-shopping-milanese-con-mery

Insolito shopping milanese: Wait and See … “La vita è bella”

Il nome e il motto del negozio sono di per sé una garanzia. Cosa altro aggiungere in uno spazio dove l’arredo, gli accessori, i colori, lo stile rispecchiano in pieno il mio essere? Tutti gli oggetti hanno un’aura familiare ma sono esposti secondo una prospettiva diversa, chiaro esempio ne sono le porte dei camerini fatte con vecchie persiane cadenti.

wait-and-see-spazio

Come non innamorarsi a prima vista di un negozio il cui motto è “La vita è bella”?.

insolito-shopping-milanese-la-vita-è-bella

La vetrina piena di abiti stravaganti, coloratissimi e luccicosi ha attirato da lontano la mia attenzione. Non mi meraviglia che un negozio del genere sia nel dedalo di viuzze delle Cinque Vie per l’esattezza in via Santa Marta. In pieno centro ma fuori dallo shopping stereotipato delle grandi catene.

La proprietaria di Wait and See è Uberta Zambeletti. Negli anni è stata Direttore creativo di importanti aziende di moda fra cui: Etro, Missoni, Anna Molinari , Pinko, Max Mara.
Lei crede nella reincarnazione.
E’ convinta che nella vita tutto succeda per un motivo.
Che le disgrazie siano gli stimoli da cui ripartire per migliorarsi.
Ed esattamente come me ritiene che il più grande lusso dei nostri anni sia poter vivere senza orologio alla mano. Oggi i più ricchi sono quelli che hanno tempo da dedicare a sé stessi, alla proprie passioni, ai propri cari.
Da qui il nome del negozio Wait and See. Prenditi il tuo tempo e godi di quello che vedi!
Tra i pezzi iconici spiccano indubbiamente le borse in rafia fatte a mano in Bangladesh sulle quali spiccano i mantra di Wait and See “Va Tutto Bene” – “La Vita è bella!”.

wait-and-see-borse-iconiche

Wait and See: i pezzi che ci hanno colpito di più

In questa boutique dove il Karma e la filosofia si impadroniscono di te senza che tu te ne accorga io e Mery siamo comunque riuscite a dare sfoggio della nostra abilità nel trovare pezzi del tutti diversi.

La cosa più colorata che ha trovato Mery è stata una gonna lunga a pieghe con una fantasia zebrata. Vi assicuro che in mezzo a tanto colore solo lei può riuscire in simili imprese!
Mi ha meravigliato invece il pantalone nero con stravaganti disegni oro che ho poi scoperto però avesse individuato solo per me.
Cosa dire invece dell’abitino rosa cipria con una leggera fantasia lurex… che si stia pian piano convertendo?!?

wait-and-see-Mery

Io come sempre sono stata attirata dai colori, ma quelli veri, dal pelo e da stupendi pantaloni verdi.
In questo momento della mia vita mi sento di nuovo attratta dal verde. Il verde delle piante ma anche il verde nell’abbigliamento. Considero il verde un po’ come il nuovo nero.

insolito-shopping-milanese-wait-and-see-verde

Il verde infatti è versatile, si abbina con tutto, è un passepartout per ogni occasione, facile di giorno ed elegante la sera.
E cosa dire poi di questi stivali color burro? Stupendi… parlano da soli!

insolito-shopping-milanese-wait-and-see-stivali-Barbara

Mentre continuavo a fotografare l’ecclettico spazio che mi circondava affascinata dalle matrioske, la maschera da gatto ed il porcellino con gli slip il mio sguardo si è fermato su di lui.
Un fantastico cappotto rosso con un taglio alla Mery ma con una fantasia tutta mia! Un misto di colori anni ’70 con un pizzico di Pop. Sicuramente allegro ed adatto a  mille occasioni insomma il pezzo giusto per chi riesce ad essere elegante con gioia!

wait-and-see-Barbara-cappotto-rosso

Ultima chicca in serbo per voi: Davide Gatto

Probabilmente ho degli antenati egizi perché il mio amore per i gatti è quasi adorazione pura. Quindi uno stilista con un cognome per me tanto altisonante non può che catturare la mia attenzione.
Così mentre ero in avanscoperta per voi nelle viuzze nascoste dietro a via Torino ho trovato, sempre in via Santa Marta, questo piccolo, fantastico laboratorio artigianale.

davide-gatto-laboratorio

Il giorno in cui l’ho scoperto era chiuso, volevo in tutti i modi entrare dentro e conoscere lo stilista che ideava quelle borse tanto particolari. Non è stato molto difficile convincere Mery per tornare insieme a fare l’ennesimo tour di questo insolito shopping milanese.

Quando siamo entrate abbiamo trovato Davide Gatto all’opera mentre stava preparando una delle sue borsette per l’White di Milano che si terrà in via Tortona dal 20 al 23 febbraio 2020.

insolito-shopping-milanese-davide-gatto-stlista

Le sue borse sono tutte rigorosamente fatte a mano, sono ovviamente pezzi unici pensati nel minimo dettaglio.
Mery è stata attratta subito da una borsetta in pelle versione ridotta inserita all’interno di un’altra borsetta fatta all’uncinetto (2 pezzi in uno!).
Io invece sono andata dritta dritta a vedere quella fantastica sacca stile valigia che tanto si abbinerebbe con un jeans, un texano ed una t-shirt oro in contrasto.

insolito-shopping-milanese-davide-gatto-borse

Trovo bellissimo anche il negozio. L’atmosfera che si respira è assolutamente retrò, i colori utilizzati sono forti ma caldi e armoniosi al tempo stesso.
Insomma una chicca da non perdere per tutti gli amanti del buon gusto!

Se avete trovato interessante questo articolo leggete anche: Insolito shopping milanese – Parte 1” e  “Saldi, outfit vari ed essere fashion a 40 anni!

Foto slider Via Santa Marta Wait and see – Davide gatto – Funky Table

Un sorriso a tutti … Barbara