Calabria una vacanza sole donne e figli – parto con un amica

L’altro giorno stavo sfogliano le mie foto in google photos  e mi sono imbattuta nelle varie foto scattate durante le vacanze di solo mamme e figli! Bellissime! Sono riuscita ad organizzarmi per 3 estati di fila ad andare via con i miei due figli e una amica con i suoi. Per due anni sono andata al Elba con una cara amica e le sue figlie ed un altro anno e con un’altra amica siamo andate fino in Calabria.

La prima tappa…non perfetta

Calabria una vacanza sole donne e figli! Avevamo preso una casa con piscina vicino al mare che non sembrava male ed i ragazzi erano super eccitati all’idea di prendere l’aereo insieme. Noi mamme invece eravamo un pò in ansia perché saremo arrivate a destinazione tardi la sera e eravamo d’accordo con il proprietario della casa che un suo amico ci avrebbe recuperate al’ aeroporto e portate alla casa che distava ca. un oretta da li. Il signore per fortuna c’era e ci ha accompagnate alla casa. La mia amica furbetta si è piazzata nel retro della macchina con i ragazzi e cosi mi è toccato un ora di viaggio cercando di conversare in calabrese, cosa che per una svedese trapiantata a Milano non è proprio semplice. Bene, arriviamo e si va a nanna. E qua cominciano i guai….

La casa ed i primi giorni in calabria

Calabria una vacanza sole donne e figliLa casa aveva la piscina e anche vista mare MA proprio dietro passava una strada sulla quale di notte sembrava si svolgesse un rally di formula 1!! I bambini beati loro dormono sempre ma io non ho chiuso occhio quella notte! Il giorno dopo si passa pigramente in piscina ed io riesco a recuperare dei tappi per le orecchie. Intanto il nostro accompagnatore va e viene dalla casa con varie scuse, chiacchera e ci fa un po’ il filo. Decidiamo di esplorare il mare! Prima difficoltà è arrivarci perché lungo le strade non ci sono marciapiedi e quindi si va in fila indiana sotto al sole cocente e dopo una lunga passeggiata scopriamo che il mare è accessibile solo attraversando un villaggio turistico (facendo finta di niente) per sbucare su una spiaggia che davvero non era un granché, un po’ rocciosa e con l’acqua torbida! Decidiamo quindi di affittare un taxi grande e andare a vedere Capo Vaticano. Il tassista, un signore davverò gentilissimo che in seguito ci avrebbe portato ovunque ci ha preso per un’unica grande famiglia. Ovvero credeva che io fossi una signora milanese in vacanza con i miei quattro figli, due miei e due adottati! Si la mia amica e di origine colombiana, è piu giovane di me e sembra in generale più giovane della sua età!! Non è stato un bel colpo per il mio ego ma ci ha fatto ridere un casino perché il signore era tutto preoccupato del fatto che io DONNA viagassi da sola con i miei figli.

Ci spostiamo a Tropea

Trascorsi i primi giorni in quella casa abbiamo deciso di interrompere il soggiorno e dopo tante discussioni telefoniche riusciamo a far capire al proprietario che la sua casa per noi sole e senza auto con bambini non era ideale! Con l’aiuto di Tripadvisor troviamo un appartamento nel centro storico di Tropea ed il nostra tassista di fiducia ci porta li!

Le serate nel centro storico

Ecco che comincia la vera vacanza! Tropea è stupenda e la vista sul mare dall’alto della città e meravigliosa. L’appartamento è carinissimo, silenzioso e a due passi dalle vie con tutti i ristorantini all’aperto. Quindi di giorno scendiamo al mare (cristallino) e nel pomeriggio saliamo la scalinata lungo la roccia per tornare alla casa. Merenda/aperitivo, doccia fresca e quasi tutte le sere andiamo fuori a cena. I ristoranti nel centro di Tropea hanno tutti i tavolini in strada e quindi trovi un piccolo quartiere con tavoli ovunque e gente che beve e mangia. Per noi che abbiamo passato i primi giorni isolati in una casa attaccata alla strada e stato bellissimo trovarci nella movida serale! Se capitate a Tropea vi consiglio questi due ristoranti: Alice e Il Convivio.

Calabria una vacanza sole donne e figli tramonto Calabria una vacanza sole donne e figli tramonto

Tropea al tramonto Tropea al tramonto

Altre sere invece scendiamo al mare per un aperitivo in spiaggia e una nuotata fresca al tramonto. Stupendo! Ovviamente da provare anche tutte le specialità piccanti con il peperoncino. Negozietti specializzati non mancano e i ns figli si sono divertiti a fare le gare su chi riusciva a mangiare il peperoncino calabrese fresco più piccante!

Calabria una vacanza sole donne e figli peperoncino

Calabria una vacanza sole donne e figli – Divertimento e relax

Comunque anche se la nostra vacanza ha avuto un inizio non perfetto sono stati 10 giorni bellissimi. Fare le vacanze con un amica vuol dire essere perfettamente allineati su tutto. Su cosa e quando mangiare, nessuno che sbuffa se siamo in ritardo perché indecise su cosa metterci quella sera, se ce odore di smalto per le unghie in bagno nessuno si sente intossicato, ci si fa un giro per i negozi e si provano le scarpe senza stress e cosi via. Direi che è filato tutto liscio e ci siamo rilassate e divertite un mondo. I nostri ragazzi ugualmente!

La città di Tropea

Per quanto riguarda la Calabria, Tropea vale davvero la pena vederla. E una città costruita su una roccia di tufo a picco sul mare, ad un’altezza s.l.m. che varia tra circa 50 metri nel punto più basso e 61 metri nel punto più alto. Il centro storico era un tempo cinto di mura e incastellato su di un lato; vi si poteva accedere solo attraverso delle porte provviste di sistemi di difesa.  Oggi ci sono molti palazzi nobiliari del XVIII e del XIX secolo, arroccati sulla rupe a strapiombo con la spiaggia sottostante. Simbolo della città è il Santuario di Santa Maria dell’Isola, che sorge su un promontorio di fronte alla cittadina. La vista da li su Tropea è meravigliosa. Calabria vacanze sole donne e figli. Fatelo!